“A cosa serve un curriculum? Io ne ho inviati tanti e nessuno mi ha risposto!”
Capita!
Soprattutto se il Curriculum Vitae è scritto male e se ci si limita a inviarlo, aspettando poi una risposta.
Scrivere il Curriculum è solo il primo passo di un percorso che ci cambia la vita. Quella lavorativa, se non altro.
Il Curriculum Vitae:
• va adattato alla ricerca che stiamo facendo,
• deve rispecchiare chi siamo,
• deve permettere all’interlocutore di notarci e quindi contattarci per approfondire la conoscenza.
Qui cerchiamo di dare alcuni suggerimenti per scrivere un buon Curriculum, semplice, chiaro e facilmente leggibile.
Ma il Curriculum adatto alla situazione lo si crea ogni volta.
Se vuoi un aiuto chiamaci e prendi un appuntamento!

Cinque principi base per scrivere un buon Curriculum Vitae

1. Concentrati sui punti essenziali
Il Curriculum dev’essere breve.
Nella maggior parte dei casi bastano 1/2 pagine, cerca di non superare le 3 pagine.
Se la tua esperienza professionale è limitata, descrivi innanzitutto la tua istruzione e formazione, specificando le attività lavorative svolte durante la formazione.
Se le competenze linguistiche sono importanti per il lavoro per il quale presenti domanda, compila l’Europass.

2. Cerca di essere chiaro e conciso.
Usa frasi brevi.
Concentrati sugli aspetti principali della tua formazione o delle esperienza professionali.

3. Adatta il Curriculum al posto per il quale presenti domanda.
Prima di inviare il Curriculum ad un datore di lavoro, controlla che corrisponda al profilo richiesto.
Evita di inserire esperienze lavorative o formazione non importanti ai fini della domanda.
Sottolinea i tuoi punti di forza rispetto alle esigenze specifiche del futuro datore di lavoro.
Attenzione: non gonfiare artificialmente il Curriculum; se lo fai, verrai scoperto durante il colloquio!

4. Fai attenzione a come presenti il Curriculum.
Indica le esperienze formative e lavorative mettendo in evidenza quelle attinenti all’annuncio.
Indica le tue esperienze formative e professionali partendo dalle più recenti.
Se lo stampi, non stamparlo fronte-retro.

5. Verifica il Curriculum una volta compilato.
Elimina ogni errore di ortografia e assicurati che sia esposto in modo chiaro e logico.
Fai rileggere il Curriculum ad una terza persona per essere certo che il contenuto sia chiaro e comprensibile.

Ricordati di inserire l’autorizzazione al trattamento dei dati.

 

La lettera di presentazione o di accompagnamento

Come detto in precedenza non è consigliato presentarsi solamente con il Curriculum, la Lettera di presentazione è uno strumento molto importante per:
• mettere in luce le proprie caratteristiche
• valorizzare le qualità che vengono richieste da una azienda
• motivare l’interlocutore a visionare il nostro Curriculum
La lettera di presentazione va modulata a seconda della candidatura: in poche righe deve proporre esperienze, caratteristiche e competenze in grado di presentarti come il candidato ideale per la posizione per cui si concorre.
Cerca, quando è possibile, di indirizzare la lettera ad una persona specifica, ad esempio al responsabile delle risorse umane, indicandone nome e cognome.

 

Modalità di invio del Curriculum e della Lettera di presentazione
Mailing:

Inviare il proprio curriculum via mail è la modalità preferita da chi si candida o decide di inviare spontaneamente il proprio CV, anche se c’è chi ancora preferisce stampare il CV e portalo di persona presso aziende e ditte.
Nel caso ci si candidi per una precisa opportunità lavorativa, è utile riportare nell’oggetto della mail il riferimento dell’annuncio al quale si risponde e in ogni caso non si deve lasciare vuoto campo dell’oggetto.
Ricordati inoltre di inserire la lettera di accompagnamento o un testo di presentazione nel corpo della mail.
Se si opta per una modalità “tradizionale”, ovvero cartacea, la lettera di accompagnamento deve contenere:
• in alto a destra, l’indirizzo completo della società destinataria, con specifica della persona alla quale è indirizzato;
• tutti i recapiti del mittente,
• la firma in originale, con l’autorizzazione al trattamento dei dati.

 

Autocandidatura:

Oggi questo metodo, se usato con consapevolezza e strategia, risulta essere il migliore per trovare lavoro.
Nel caso di autocandidatura è consigliato:
• Fare un’indagine approfondita dell’azienda per la quale ci si candida, per capire quali sono le posizioni aperte e le caratteristiche che vengono richieste ai lavoratori di quell’azienda.
• Trovare una persona di riferimento per creare un contatto con l’azienda.
• Noi consigliamo sempre di adottare differenti approcci che accompagnano l’invio del CV. Dove e quando è possibile oltre alla e-mail è bene fare qualche telefonata all’azienda, prima dell’invio per capire a chi indirizzare la candidatura, e dopo l’invio per capire se la nostra proposta è stata presa in considerazione.
La lettera di presentazione, in questo caso, deve essere strutturata in modo da inserire le qualità e competenze validate dal nostro CV, mettendo ben in evidenza quelle più attinenti per la posizione ricercata presso l’azienda.

 

 

RICERCA ATTIVA DEL LAVORO

– Per trovare lavoro devi darti da fare con energia, tenacia e metodo.
– 1- Per prima cosa devi capire che cosa cerchi: fermati e rifletti.
Il lavoro è una parte importante della vita e influenza tanti altri aspetti della nostra esistenza.

– 2- Cerca di attivare un’ampia rete di contatti, anche relazioni informali, il giro di conoscenze (ben diverso dalle raccomandazioni!!) statisticamente premette di trovare lavoro meglio di altri canali, perché si basa sul principio della reputazione e delle referenze.

– 3- Rivolgiti anche ai diversi servizi per l’impiego che favoriscono l’incontro tra domanda e offerta di lavoro: Centri per l’Impiego, Agenzie di Somministrazione Lavoro e Agenzie di selezione.

– 4- Contatta anche le Associazioni di Categoria, alcune hanno un servizio di recruiting interno e spesso propongono corsi di formazione specifici, utili ad acquisire competenze necessarie per accedere ad un impiego.

– 5- Cerca nel web, ma dosa le energie!
La ricerca di annunci online è la più semplice, e anche la più usata da chi sta cercando lavoro, ma non sempre chi offre lavoro usa questo canale. Quindi occhio, non fermarti ai soli portali di annunci.